Buon viaggio grande Maranga! – Stefano Marangoni ci ha lasciato. 

Si è spento all’improvviso, alla soglia dei 62 anni, sopraffatto da un male incurabile che ha stroncato la sua proverbiale voglia di vivere.

di L.I.T.

HENRY DAVID THOREAU una volta ha scritto: “Volevo vivere profondamente, e succhiare tutto il midollo della vita, vivere da gagliardo spartano,  per non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto.

Stefano Marangoni ,  il Maranga , Panda …..era uno di quegli uomini che della vita succhiavano il midollo. Uno di quelli che la vita la viveva al massimo,dando molto a tutti. Generosità , energia da vendere, il gusto della gola ed il piacere per tutto quello che il  nostro tempo ha da offrire.

Venditore di straordinario talento ,capace di convincere  qualsiasi gestore o proprietario di locali da ballo a lasciargli organizzare una festa. Gestore di discoteche egli stesso e manager di auto salone, ma anche Dj ,speaker radiofonico, presentatore, agente di commercio e infine editore di LIFE AND PEOPLE MAGAZINE , prodotto free press che donava gratuitamente al pubblico, a costo di suoi personali salti acrobatici gestionali.

Abilissimo organizzatore e tessitore di rapporti interpersonali , capace di dialogare con le più disparate tipologie e con ogni generazione di persone. Amava la “House music”  come la ama un frequentatore del Peter Pan degli  anni ‘90 e rispettava e conosceva la ”disco anni ’ 70” come solo gli addetti ai lavori sanno fare. Macinava chilometri ogni giorno. Sveglio di buonora, ma a letto sempre tardi.

Non disdegnava mai un buon film nel weekend ,ma visto al cinema, su schermo grande, prima di una bella cena con gli amici e la compagna di sempre: l’adorata Angela.

Da Fabriano si spostò  a Senigallia come residenza ,passando però moltissimi anni in giro per la Riviera Adriatica. Amava andare alla ricerca di nuovi locali o conoscere i nuovi gestori di quelli classici. La notte non ha mai avuto segreti per lui e sguazzava veloce minimo in due o tre discobar a sera come un girino nel suo stagno. Conosceva tantissima gente e quando non offriva da bere era perché  c’era la fila in molti bar per offrirgli l’aperitivo o il bicchiere della staffa .

Avvocato mancato (gli mancava la tesi e poco altro quando mollò l’università) conoscitore della legge e dei labirintici espedienti  burocratici per risparmiare qualche pena a qualcuno; si prodigava se un amico o un semplice conoscente gli chiedeva aiuto. Sapeva consigliare, sconsigliare e fare affari;  personalissima opinione di chi scrive è che solo la pigrizia era riuscita a limitarlo nel business.  Aveva fatto delle sue passioni un mestiere creando “ITALIA NOTTE” prima e rilevando e rilanciando il succitato “Life and people”poi : due magazine dedicati al costume ed alle tendenze della moda.

Negli ultimi anni si era prodigato ad organizzare eventi in collaborazione con Dance Fashion, BC Events, Eros Veneziano Artist e LOL Food & Drink Connection, affascinando i titolari Marco e Marina con i suoi modi di fare professionali ma amichevoli. Curato e ben vestito, ma mai snob, aperto ed alla mano e sempre signorile ,di quelle persone che cercano di suscitare un bel sorriso nel prossimo,magari cantando assieme al karaoke “TUTTO IL RESTO E’ NOIA” del Califfo. Serio, ma gioviale e pieno di amici, riservato nel riposo, ma esplosivo nell’attività. Mancherà a tanti il buon Stefano,  perché, senza disturbare mai , sapeva farsi ricordare, coinvolgendoti  nei suoi giri fino a tarda notte e facendo sentire benvoluta ogni persona che aveva il privilegio di chiamarlo amico.

Fai buon viaggio grande Maranga, il vuoto che lasci è immenso quanto il ricordo  del tuo indomabile cuore.