Secondo il calendario siamo ancora in inverno, eppure stamattina il sole brilla così tanto da far credere che le pagine di febbraio e marzo, per un colpo di vento, siano già volate via.

Passeggio lungo la spiaggia; pietre candide e arrotondate si assestano sotto il mio peso, cozzando assieme come uova indistruttibili.
Poco più avanti vedo un uomo chino sulle ginocchia; è intento a soppesare piccole rocce, conchiglie e sassi, tondi o sfaccettati, al fine di impilarli in modo curioso. Ha un viso abbronzato, occhi sereni e capelli brizzolati che si muovono secondo i capricci della brezza marina.
Attorno a lui, strani obelischi e castelli incantati, alti una sessantina di centimetri, brillano come rovine di un’antica cittadella in miniatura.
Le sue mani racchiudono un misterioso potere: dopo aver toccato un sasso per appoggiarlo su un altro, fanno sì che esso rimanga cementato in quella posizione, senza più muoversi.

«Ma come fa a fissarli così bene?»gli chiedo.
«L’unica colla è la gravitá»risponde lui con un sorriso.
Si chiama Andrea Mei, è di Loreto, e dal tono della voce capisco che la nostra conversazione può proseguire dandoci del tu.
«Scrivo poesie con le pietre» mi spiega Andrea, mentre continua a toccare un sasso con l’attenzione del medico che ausculta il paziente alla ricerca di un battito fuori posto.
L’arte dello Stone Balance è definita “effimera”, perché le strutture create hanno una durata limitata nel tempo; eppure ogni minimo contatto diventa saldo e resistente una volta trovato il punto segreto. Nonostante certe posizioni oblique o accostamenti di superfici arrotondate potrebbero far pensare ad un crollo improvviso, la perfezione degli appoggi rimanda continuamente il possibile disastro ad un istante successivo.

Andrea Mei " Campione del Mondo di Stone Balance"Andrea Mei “Campione del Mondo di Stone Balance”

«L’equilibrio è una forma di meditazione, una disciplina mentale. Quando cerchi l’equilibrio non pensi più a niente. Ti si libera la mente e il tempo si ferma. Ti estranei…»
In effetti il viso di Andrea, abbinato al suo tono moderato e amichevole, sembrano esprimere tutta la calma e la pazienza di un moderno mistico in tuta e piumino, abituato ad ascoltare la voce sottile della natura, a passare molto tempo nella costante ricerca della pace interiore. É dal 2012 che pratica questa forma d’arte, ormai divenuta la sua principale attività. Ora si esibisce in mostre, appuntamenti internazionali di BAWI (Balance Art Word International), crea libri e calendari, oltre a insegnare tale disciplina ad adulti e bambini.
«Soprattutto per i più piccoli, lo Stone Balance è utile perché insegna la concentrazione, la perseveranza e la manualità, abilità non altrettanto stimolate dai videogiochi.»

Rimango colpito dalle parole e dalle opere di Andrea Mei, un artista felice di donare stupore e bellezza ai passanti che si fermano a scattare una foto, a chiedere informazioni.
Sento che mi ha fatto bene parlare con lui; gli stringo la mano e proseguo il cammino, arricchito di qualcosa di prezioso che ha reso speciale questa giornata.

A proposito dell’Autore…

Daniele Trucchia

Info: daniele.tru@alice.it

Contatto Facebook  clikka qui.⬅️

Video Istagram clikka qui.⬅️

Video Tik Tok clikka qui.⬅️