La Cucine Lube è diventata inarrestabile ormai, nemmeno la seconda in classifica è riuscita a piegarla. Infatti il big match tanto atteso si è concluso con un netto 3-0 per i civitanovesi e una pesante umiliazione per la squadra di Lorenzetti (25-21, 25-14, 25-15). Nella decima giornata di ritorno del Campionato di SuperLega, l’Eurosuole Forum ha fatto registrare il sold out con 4013 spettatori. 

Nel primo set, Blengini sceglie la formazione Christenson-Sokolov, Candellaro-Stankovic, Juantorena-Kovar e come libero il francese Grebennikov. La Diatec scende in campo inizialmente con Giannelli-Stokr, Lanza-Urnaut, Van De Voorde-Mazzone e il libero Colaci. I biancorossi partono molto carichi già dai primi punti, sia in attacco con Juantorena che in battuta con l’ace di Christenson, tanto da far chiamare già sul 5-1 il primo time out per i trentini. Gli avversari tentano di riavvicinarsi con il muro vincente di Van De Voorde, gli attacchi di Urnaut e Stokr e il primo tempo di Mazzone (8-8). Sul 14 pari, capitan Stankovic firma due punti con un primo tempo e un ace (16-14), ma Trento non demorde e raggiunge la Lube grazie al primo tempo e al muro vincente di Mazzone e all’attacco di Lanza. Dopo il 20 pari, i punti sono tutti di marchio Lube, Sokolov mura Lanza, il quale esce ed entra Antonov, Juantorena conquista il 24-20 e infine Stankovic fa guadagnare alla sua squadra il set con un primo tempo vincente (25-21).

Il secondo e il terzo parziale sono entrambi a sfondo biancorosso. Dopo l’errore in battuta di Urnaut, la Lube conduce il gioco 5-0 grazie a due muri vincenti del capitano, all’attacco vincente di Juantorena e all’ace del regista hawaiano. La Diatec prova a salire con l’attacco vincente di Antonov e le pipe di Urnaut, ma a fermare le sue azioni è il muro dell’opposto bulgaro (8-3) che restituisce la palla ai cucinieri e firma anche il triplo ace (11-4, 12-4, 14-4). I ragazzi di Lorenzetti non riescono più a chiudere un punto, se non grazie ad alcuni errori al servizio dei padroni di casa. Dall’altra parte del campo, la Lube fa numeri spettacolari con le diagonali strette di Sokolov e le pipe dell’italo-cubano, il quale segna anche l’ace del 23-11. Il secondo parziale si conclude dopo il servizio a rete di Nelli (25-14).

Nel terzo set coach Lorenzetti opta per il centrale Solé, lo schiacciatore Antonov e l’opposto Nelli rispettivamente al posto di Mazzone, Lanza e Stokr, ma anche questa volta è la Lube ad avere la meglio. Sokolov e Juantorena terrorizzano gli avversari con le cannonate da posto due per il bulgaro e da posto 4 e posto 6 per l’italo-cubano, che riesce anche in battuta con gli ace del 7-3 e del 24-15; dal centro, Stankovic e Candellaro realizzano una serie di primi tempi e di muri vincenti; anche Christenson contribuisce con l’attacco di prima intenzione del 20-14; per non parlare delle difese strepitose di Grebennikov. La Cucine Lube chiude il set 25-15.

Una squadra da “Mvps” in quanto tutti i giocatori sono riusciti a tener testa alla seconda in classifica. Ora attendiamo il 23 febbraio per un altro big match, questa volta contro Modena, i Campioni d’Italia, per chiudere la Regular Season di SuperLega.

Foto Spalvieri

 

A proposito dell'autore

Mi chiamo Sara Schiavone e sono nata a San Severo (FG) il 27 dicembre 1992. Per quattro anni ho vissuto a Civitanova Marche per frequentare l'università di Mediazione Linguistica. Dopo aver completato il percorso triennale nel marzo 2015, mi sono trasferita a Macerata per continuare gli studi della magistrale, specializzandomi in Lingue, culture e traduzione letteraria.