Ieri il Gran Galà Magazine è tornato all’Eurosuole Forum per l’undicesima partita di andata del Campionato di Superlega UnipolSai tra Lube Civitanova e la Kioene Padova, un match arduo per i biancorossi che sono riusciti comunque a chiudere con una sorprendente vittoria (3-2). 

La padrona di casa, allenata da Giampaolo Medei, è scesa in campo con il palleggiatore Christenson, l’opposto Sokolov, al centro Cester-Candellaro, gli schiacciatori Kovar e Sander e il libero Grebennikov, mentre la formazione scelta da Valerio Baldovin è stata Travica-Nelli, i centrali Polo-Volpato, le bande Cirovic e Randazzo e il libero Balaso.

Nel primo set, il Padova parte in vantaggio, conquistando subito il primo punto con un ace di Cirovic. Seguono gli attacchi vincenti di Nelli, Randazzo e Polo, portando la squadra ospite al 5-7. La Lube prova a riavvicinarsi con la pipe di Sander, guadagnando il successivo pareggio a quota 8 con il muro vincente di Sokolov. Le due squadre mantengono il pareggio fino al 16 pari, quando dopo il time out richiesto da Medei, i biancorossi prendono le distanze, chiudendo il set 25-21 dopo un ace di Candellaro e un attacco vincente dello schiacciatore americano su mani out.

Anche il secondo set vede una Lube poco concentrata all’inizio, che cerca di rifarsi sul 9 pari con un Cester vincente, sia al servizio (due ace) che in attacco (11-9). Coach Baldovin, preoccupato, chiama il time out, dopo il quale la Kioene torna in campo più energica di prima, soprattutto dal centro e da posto 2: Volpato sfodera tre primi tempi vincenti, seguiti anche dall’attacco di Polo e dalla diagonale di Nelli. Dal canto suo, la Lube mette a segno punti con il trio Sokolov, Kovar e Sander, il quale porta la squadra al 19 pari. Le due avversarie giocano punto a punto, andando ai vantaggi, dove il Padova riesce a chiudere il set 26-28.

Il terzo parziale è meno impegnativo per i civitanovesi, che riescono subito a portarsi in vantaggio grazie anche a tre ace nell’arco di tutto il set. Sul 14-12, i cucinieri si dimostrano abili non solo in attacco, ma anche in difesa con un Grebennikov sempre pronto a salvare i compagni di squadra dagli attacchi avversari. La formazione di Baldovin perde colpi, mentre la Lube guadagna terreno con il primo tempo vincente di Candellaro e il suo successivo ace, seguiti dalla diagonale di Sander, che mette a segno anche l’ace del 21-17 e la pipe del 22-19. I biancorossi firmano il set 25-21 con un altro primo tempo di Candellaro.

Nel quarto set gli avversari stringono i denti, cercando di portarsi in vantaggio con gli attacchi di Randazzo e Nelli. La Lube commette parecchi errori al servizio, ma riesce comunque a raggiungere la Kioene grazie all’attacco e all’ace di Kovar (11 pari). Tuttavia, sul 18 pari, i padovani prendono il largo con gli attacchi di Nelli e Cirovic, che costringono il coach biancorosso a cambiare Kovar con Juantorena. Sul 20-24, la Lube dimostra di esserci, facendo sperare fino all’ultimo di poter chiudere il set: Sander attacca su mani out, Cirovic manda fuori la sua schiacciata e Cester mette a segno due muri vincenti (24 pari). Purtroppo per la padrona di casa è troppo tardi, Cirovic si rifà con un attacco vincente, portando i suoi compagni al 24-26

Il tie break vede le due squadre giocare punto a punto fino al 13 pari, quando Polo sferra il primo tempo che porta i suoi a guadagnarsi il match point, che sarà subito annullato dalla diagonale dell’opposto bulgaro (14 pari). Sander, Mvp del match, sfodera l’attacco vincente che conduce i cucinieri al match point, che viene in seguito firmato dall’ace di Juantorena (16-14).

Dopo una partita sofferta, la Lube riesce ad aggiudicarsi anche questa vittoria, rimanendo in testa alla classifica. Adesso la squadra civitanovese sarà impegnata in Polonia per disputare il Mondiale per Club, che verrà trasmesso in diretta su Fox Sports.

Ph. Spalvieri/Lubevolley.

Per vedere tutte le foto clicca Qui

 

A proposito dell'autore

Gran Gala' Magazine