Castellanza (Va). L’exploit più prezioso nella partita più importante. La Lardini vince 3-1 al PalaBorsani di Castellanza e si mette alle spalle la Sab Volley Legnano, portandosi ad un solo punto dalla Foppapedretti Bergamo ad una giornata dalla conclusione della regular season della Samsung Galaxy Volley Cup di A1. Arriva in trasferta, laddove fin qui la formazione filottranese non era riuscita a raccogliere soddisfazioni, un successo di inestimabile valore, figlio di una prova di gran temperamento di una Lardini, che dopo essere andata sotto nel primo set, moltiplica le forze su ogni pallone e alla fine esulta con i suoi encomiabili tifosi. Vittoria ancor più preziosa, perché arrivata in fondo ad una settimana resa complicata dalla neve, dai qualche problema fisico e dalla febbre che Mazzaro si porta anche sul taraflex del PalaBorsani.

La Lardini scatta bene dai blocchi, con Tomsia che firma tre dei primi cinque punti filottranesi (3-5), ma deve subire il turno al servizio di Degradi che porta in dote due ace e un break che spedisce la Sab sul 9-5. La Lardini mette insieme diversi errori e Legnano ne approfitta per allungare sul 14-6. La pipe di Mitchem e due ace di Tomsia riportano sotto Filottrano, che tuttavia continua a faticare sul servizio di una Sab nuovamente in fuga con Barcellini (19-11). La Lardini si aggrappa ai punti di Mitchem (in attacco e in battuta) e al muro di Mazzaro (23-18), Coneo e un errore in attacco chiudono il primo set (25-18). Degradi continua a spingere in attacco (2-0) in un avvio di seconda frazione in cui la Lardini trova maggiore continuità in attacco e cresce decisamente a muro con Hutinski (4-7) con Mazzaro e Scuka (7-10).

Barcellini si fa carico di riprendere Filottrano e riportare avanti la Sab (14-13), la Lardini torna a mettere le ali (18-21) con Mitchem e Scuka, che producono punti pesanti, specie nel momento in cui Legnano torna sotto con il muro di Coneo (20-21): prima Scuka e poi Mitchem (8 punti nel set) garantiscono l’1-1 alla Lardini. La Sab riparte dal servizio di Ogoms (2-1), la Lardini dal muro di Mazzaro (3-4). Filottrano trova beneficio con la battuta di Mitchem (5-6) e con l’attacco della scatenata americana (8-10), ma deve fare i conti con Degradi e il muro di Pencova (11-10). Feliziani spolvera la metà campo Lardini, Mitchem colpisce e rimette a guidare (12-13) una Lardini che capitalizza l’ottimo servizio di Bosio e gli attacchi di Scuka (15-17). E’ soprattutto il turno al servizio di Tomsia a lanciare Filottrano, coach Buonavita si affida a Cumino e Bartesaghi, ma è ancora la battuta di Tomsia a far male (15-21). La Sab però proprio non molla, Degradi e il muro di Pencova (3 nel set) la riportano sotto (21-22).

La Lardini mantiene i nervi saldi, approfitta dell’errore al servizio di Ogoms e poi del colpo in attacco di Mitchem per conquistare due set-point (22-24), sul secondo è Mitchem (9 punti nel set) a regalare il 2-1 a Filottrano. La Lardini non molla la presa, Mazzaro mette a terra il quarto muro personale (4-4), Tomsia il punto del primo vantaggio esterno (8-9). La squadra di coach Nica costruisce il break ancora con il muro: Hutinski e Mitchem sono insuperabili (9-12), l’ace corto di Bosio (premiata MVP) e tre punti di fila di Tomsia mettono luce tra le due squadre (13-19). Legnano cerca di restare agganciata con Pencova a muro (16-20) e poi con la neo entrata Bartesaghi (19-22). La Lardini non trema: Bosio di seconda firma il punto numero 24, Mitchem (29 a referto, nuovo record personale) quello del 3-1 che vale il sorpasso in classifica su Legnano.

 

 

Comunicato stampa Volley Lardini.

www.pallavolofilottrano.it 

 

 

A proposito dell'autore